CAVOLFIORE ALLA PIEMONTESE

Cavolfiore

La ricetta “della nonna” per gustare un Cavolfiore sfizioso!

Questa ricetta veramente rapida che vi propongo la preparava sempre mia nonna. In inverno l’orto regalava tanti cavolfiori e puntualmente almeno una volta a settimana il Cavolfiore era in tavola! Per preparare questo contorno sfizioso bastano pochissimi ingredienti e 5 minuti di tempo.

Cavolfiore, ortaggio tipico della stagione fredda, poco calorico e con un elevato potere saziante. Purtroppo durante la cottura, si sà, emana uno sgradevole odore, ma per ovviare al problema basta aggiungere all’acqua di cottura 1/2 limone leggermente spremuto.

CAVOLFIORE ALLA PIEMONTESE

INGREDIENTI

  • 1 Cavolfiore
  • 5/6 filetti di acciughe sottolio (o 2 acciughe sotto sale)
  • 1 spicchio d’aglio
  • aceto di vino rosso
  • olio extra-vergine
  • sale

Dividete il cavolfiore in cimette, lavatelo bene e fatelo cuocere (io lo cuocio a vapore mettendo 1/2 limone nell’acqua) per circa 20 minuti. Le cimette devono risultare appena morbide.

In un pentolino dai bordi alti mettete olio, tanto quanto basta per condire il cavolfiore, aceto (la proporzione è 1:5, cioè 5 parti di olio per 1 parte di aceto), i filetti di acciuga e lo spicchio d’aglio in camicia leggermente schiacciato.

Condimento
In un pentolino mettete olio, aceto, filetti d’acciuga e aglio schiacciato.

Trasferite su fuoco basso e mescolando fate sciogliere le acciughe (per dare più profumo con la forchetta prendo l’aglio e mescolo velocemente). Appena le acciughe si sono sciolte e si sarà creata un’emulsione assaggiate ed eventualmente aggiustate di sale.

Condimento
Infilate l’aglio con la forchetta e mescolate velocemente su fiamma bassa fino a quando le acciughe si saranno sciolte.

Mettete il cavolfiore in un’insalatiera e versate sopra l’emulsione calda, togliendo l’aglio, mescolate delicatamente e servite in tavola.

Cavolfiore Pimontese
Versate sul cavolfiore il condimento ancora caldo. Mescolate con delicatezza e servite.

Note:

  • Il condimento va preparato su fiamma bassa, deve essere caldo ma non deve friggere. Meglio usare un pentolino con fondo spesso.
  • Potete utilizzare anche il cavolfiore romanesco o quello viola, sarà altrettanto buono.
  • Questa verdura è facilmente deperibile. Vi suggerisco di acquistarlo e prepararlo subito. Più è fresco meno odore darà durante la cottura.
  • Se amate la verdura cruda provatelo così: cavolfiore freschissimo, pulitelo, lavatelo, asciugatelo e affettatelo finemente con un coltello affilato. Distribuite le fettine su piatti individuali. Versate a filo il condimento sopra descritto e servite con pane ai cereali. Ottimo come pranzo veloce e leggero!
  • Se amate le vellutate, ideali per le sere invernali, provate la “VELLUTATA BIANCA”.

Un commento su “CAVOLFIORE ALLA PIEMONTESE”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *