COSCE DI POLLO ARROTOLATE

Golosi involtini di cosce pollo ripieni con Asiago e pomodori secchi

Le cosce di pollo Arrotolate con Asiago e pomodori secchi sono un secondo di sicuro successo e adatto a tutte le occasioni. Golose, si sciolgono in bocca e si preparano velocemente, vi basterà acquistare le cosce di pollo già disossate e senza pelle. Servitele con un purè di patate e renderete tutti felici.  

Leggi tutto “COSCE DI POLLO ARROTOLATE”

FICHI CALAMARI E COMPOSTA DI CIPOLLE

Fichi e Calamari un’accoppiata inaspettata e vincente!

Fichi e Calamari sono 2 ingredienti che non ci si aspetta di trovare nello stesso piatto, quindi ideali da abbinare se volete stupire i vostri ospiti. Inoltre sono un’accoppiata veramente golosa, un connubio di sapori unti e completati dalla composta di Cipolle Ramate di Milano.

Leggi tutto “FICHI CALAMARI E COMPOSTA DI CIPOLLE”

L’UOVO NELLA NUVOLA

Un uovo leggerissimo…come una nuvola!

Se amate le uova, oppure se cercate un’idea per portare in tavola “non il solito uovo” questa ricetta fa per voi. Preparare l’Uovo nella Nuvola è di una facilità estrema, è molto scenografico e lo potete arricchire come volete. E’ una preparazione leggerissima in quanto non prevede l’utilizzo nè di burro nè di olio.  Unica accortezza: usate uova freschissime e molta delicatezza!

Leggi tutto “L’UOVO NELLA NUVOLA”

QUICHE GIRASOLE

Quiche Girasole: Torta salata con stracchino facile e sfiziosa

La Quiche Girasole è una torta salata allo stracchino velocissima. La preparo per merenda  ai miei cuccioli oppure come secondo dopo vellutate e minestre di verdura che in autunno e in  inverno diventano un must sulla mia tavola.

Ottima anche come antipasti caldi, è veramente semplice da preparare, bastano 3 ingredienti. Molto sfiziosa e amata da grandi e piccini, a casa mia se la strappano letteralmente di mano! Ricorda vagamente la focaccia di Recco. Provatela e vi ritroverete a prepararla spesso!

Leggi tutto “QUICHE GIRASOLE”

GAMBERONI AL FORNO

Gamberoni al forno: piatto delizioso e super prelibato che potete preparare in un attimo.

Mare, mare, mare, sempre e solo mare. Amo il mare in tutte le sue forme: mosso, agitato, calmo, fermo, con scogli, con sabbia, con sassi, con qualsiasi cosa… vivrei nel mare. Certe volte penso che in una vita passata fossi un abitante del mare… magari una megattera, come direbbe amorevolmente il mio maritino!!!

Visto questo mio profondo amore per il mare spesso e volentieri cerco di mettere il suo profumo e i suoi sapori nel piatto. La ricetta che vi propongo oggi per me è il Top del richiamo al mare: immagino di essere seduta, al tramonto, su una terrazza con vista a 180° sul mare, un buon bicchiere di vino, e di gustarmi questa prelibatezza…

Leggi tutto “GAMBERONI AL FORNO”

QUICHE MORTADELLA E FIORI DI ZUCCA

Quiche Mortadella e Fiori di Zucca antipasti con pasta sfoglia

Vi propongo questa Quiche Mortadella e fiori di zucca veramente deliziosa, che può essere anche servita, tagliata a pezzettini, per un antipasto sfizioso, per un aperitivo tra amici, per una golosa merenda dei vostri bimbi oppure come salva cena, per una cena veloce magari accompagnata da un’insalata mista. Insomma veramente versatile!

Leggi tutto “QUICHE MORTADELLA E FIORI DI ZUCCA”

LONZA TRE SAPORI

ARROSTO LONZA AI 3 SAPORI

La lonza ai 3 sapori è un secondo piatto succulento ideale per il pranzo di Natale o comunque per le festività. Oltre alle classiche ricette della tradizione per questo Natale provate a stupire i vostri ospiti con un tocco di creatività, magari creando un menù con un filo conduttore.

Personalmente non amo il Natale passato a tavola, amo il buon cibo e mi piace mangiare, e proprio per questo preferisco pochi piatti, buoni e magari particolari da gustare con le persone che amo di più. Per questo motivo a Natale cerco di proporre un menù di 3 massimo 4 portate. Quello che mi piace in queste occasione è trovare un filo conduttore che leghi in qualche modo tutte le portate. Visto che amo la frutta abbinata alle preparazioni salate quest’anno il filo conduttore sarà proprio LA FRUTTA, inizio proponendovi quest’arrosto che è un secondo davvero originale che saprà stupirvi per delicatezza e bontà.

Lonza di maiale ai 3 sapori , il secondo ideale per Natale

Lonza di Maiale ai 3 sapori

INGREDIENTI

  • Lonza di maiale 1 kg.
  • Albicocche secche 300 gr.
  • Prugne secche 300 gr.
  • Fichi secchi 300gr
  • Rum 2 bicchieri
  • Vino Bianco 1 litro
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1 cipolla
  • Rosmarino, salvia, alloro q.b.
  • 2 spicchi d’aglio

Fase 1 – Preparazione della frutta

Mettete albicocche, fichi e prugne in 3 ciotole. Aggiungete 100 ml di Rum in ogni ciotola e acqua calda fino a coprire completamente la frutta. Lasciatela in infusione per almeno 30 minuti. Quindi scolatela e asciugatela su carta da cucina.

Fase 2 – Preparazione della carne

Incidete la carne per tutta la lunghezza
Lonza di maiale ai 3 sapori. Praticate 3 incisioni verticali e inserite la frutta. Legate la carne con spago da cucina.

Prendete la lonza di maiale e praticate 3 incisioni verticali per tutta la lunghezza, e profonde per 2/3 dell’altezza. In un’incisione mettete le albicocche in un’altra le prugne e nell’ultima i fichi. Legate la lonza con spago da cucina in modo che la frutta non fuoriesca dalle incisioni.

Fase 3 – La Marinatura

Tritate finemente una carota piccola con il gambo di sedano, 1 cipolla piccola, rosmarino e salvia. Mettete il trito in un recipiente con i bordi alti e aggiungete 1 spicchio d’aglio. Mettete la lonza nel recipiente e aggiungete tutto il vino bianco. Coprite con un coperchio o pellicola e mettete tutto in frigo per 1 notte.

Fase 4 – La Cottura

Tirate fuori la lonza dal frigorifero almeno 2 ore prima di cucinarla scolandola dalla marinatura. Filtrate la marinata con un colino e tenetela da parte (vi servirà per la cottura). Prima della cottura ungetevi le mani con olio extravergine e sale e massaggiate la lonza. In una pentola mettete 4 cucchiai d’olio 1 noce di burro 1 spicchio d’aglio schiacciato, fate colorire su fuoco vivo quindi aggiungete la lonza e fatela rosolare bene da tutte le parti. Sfumate con 1 bicchiere di rum. Quando sarà evaporato, aggiungete un mestolo di marinata filtrata e abbassate la fiamma. Lasciate cuocere (su fiamma bassissima) con coperchio per 1 ora e 45 minuti circa. Durante la cottura ogni tanto controllate, se vedete che il sugo tende ad asciugarsi troppo aggiungete poco alla volta dell’altra marinata.

Fase 5 – Il riposo

Una volta cotto toglietelo dalla pentola e avvolgetelo nella carta stagnola, lasciatelo riposare per almeno 1 ora. Trascorso questo tempo toglietelo dalla stagnola (vedrete che ci sarà un pò si sughino recuperatelo mettendolo nel sugo di cottura dell’arrosto), tagliate lo spago e affettatelo sottilmente facendo attenzione a non rompere la fetta.

Fase 6 – Il servizio

Mettete l’arrosto affettato nella pentola di cottura con il sugo che sera formato. Fatelo scaldare a fiamma bassissima per 5/10 minuti, quindi servitelo.

NOTE:

  • Se volete che la vostra lonza sia bella morbida e non stopposa, chiedete al macellaio un pezzo con qualche venatura di grasso.
  • Scegliete una pentola con il fondo spesso e possibilmente antiaderente, vi aiuterà nella fase di rosolatura che deve avvenire su fuoco molto alto. La rosolatura è importantissima, serve a dare sapore alla carne.
  • Sembra una preparazione lunga, ma in realtà non è così, ha dei tempi di riposo lunghi, è ideale se la preparate con anticipo.
  • Se il sughino dovesse essere troppo liquido potete far sciogliere 1 cucchiaino di maizena in poca acqua calda e aggiungerlo al sugo. Gli regalerà una consistenza più densa e vellutata.
  • Il contorno ideale per questo arrosto è il purè di patate, ma se volete renderlo davvero strepitoso e unico servitelo con il purè di sedano rapa.

POLPO TENERISSIMO

Come si fa per avere un polpo tenerissimo?

Per avere un polpo tenerissimo uno dei suggerimenti che spesso viene dato è quello di mettere un tappo di sughero nell’acqua di cottura… niente di più inutile! Il polpo ha una carne fibrosa, quindi l’unico modo per renderlo tenero è rompere le fibre sottoponendolo a uno shock termico.

Leggi tutto “POLPO TENERISSIMO”

QUICHE ZUCCA GORGO E PROSCIUTTO

Quiche Zucca Gorgo e Prosciutto

quiche-zucca-e-zola
Quiche zucca gorgo e prosciutto

La quiche zucca gorgo e prosciutto è una torta salata con la zucca molto delicata e versatile. Potete servirla come antipasto oppure come secondo, magari accompagnata con un’insalata mista. Ideale anche per un aperitivo.

La zucca è un ortaggio davvero versatile, la sua polpa dolce infatti si presta benissimo a diverse preparazioni sia dolci che salate (ottima la Crema di Zucca). E’ buonissima anche solo tagliata a fette di 1 cm di spessore (con tanto di buccia), condita con sale grosso, salvia timo e rosmarino e cotta in forno a 220° per 20 minuti… più fast di così!

Quiche di zucca gorgonzola e prosciutto

INGREDIENTI:

  • 300 gr di zucca già pulita
  • 250 gr. di ricotta
  • 250 gr di gorgonzola dolce
  • 150 gr di prosciutto cotto
  • 2 uova
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 rotolo di pasta sfoglia.

In una padella antiaderente cuocete la zucca tagliata a dadini con un filo d’olio, a fiamma bassa, per 15 minuti.

Quando sarà morbida frullatela, aggiungete la ricotta, le uova e il parmiquiche-zucca-e-zola2giano. Aggiustate di sale.

Mettete la pasta sfoglia in una teglia, bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta. Versate il composto di zucca.

Sbriciolate il prosciutto con le mani e cospargetelo sul composto, facendolo affondare leggermente. Tagliate la gorgonzola a pezzetti e mettetela sul composto facendola affondare leggermente. Infornate a 200° per 45 minuti. Servite tiepida.

semi-di-zucca
Semi di zucca ideali da sgranocchiare per un aperitivo veloce tra amici

NOTE: Come sempre cerchiamo di sprecare il meno possibile riutilizzando anche i semi di zucca, ideali da sgranocchiare in un momento di relax. Come si preparano? E’ semplicissimo: Pulite bene i semi di zucca da filamenti o polpa, lavateli accuratamente e asciugateli. Metteteli a marinare per una notte in una soluzione salata (2 tazze di acqua e 1/4 di tazza di sale grosso), quindi scolateli e fateli asciugare. Disponeteli in una teglia in modo che stiano su un solo strato e infornateli a 150° per 45 minuti, girandoli a metà cottura.

 

TACCHINO GOLOSO

Petto di tacchino con patatine, una cena “pronti via” per tutta la famiglia

Il petto di Tacchino Goloso è un piatto perfetto per preparare una cena veloce e golosa che va bene proprio per tutti. Un’idea da provare. Vedrete come verrà divorato, soprattutto dai più piccoli.

Bastano davvero pochi ingredienti per realizzare il Tacchino Goloso. Se poi vi sono avanzate, da qualche festa, delle patatine questo è un’ottimo modo per riciclarle.

Tacchino Goloso

INGREDIENTI

      • 4 fette di petto di tacchino
      • patine q.b.
      • olio di semi di girasole
      • un goccio di vino bianco
        • 1 spicchio d’aglio
      • sale e rosmarino q.b.

Tacchino in marinatura

In un contenitore mettete l’olio di semi, il sale, l’aglio schiacciato, il vino e il rosmarino.

Mescolate con una forchetta in modo da amalgamare il tutto. Mettete le fette di petto di tacchino a marinare nel condimento appena realizzato.

patatine-tacchino
Patatine per impanatura

Intanto sbriciolate le patatine o con le mani o con un il batticarne. Trascorsi 10-15 minuti (più lo lasciate meglio è!) sgocciolate il petto di tacchino dalla marinata e impanatelo con le patatine ridotte in briciole, pressatelo bene per ricoprire completamente le fettine. Disponete in una teglia, ricoperta con carta forno, e infornate a 180° per 10 minuti.  Servite il petto di Tacchino Goloso con un’insalata verde.

Tacchino Goloso, un'idea veloce per tutta la famiglia
Tacchino Goloso, un’idea veloce per tutta la famiglia

Note :

        • Potete sostituire il tacchino con petto di pollo.
        • Se invece di usare la fetta potete farvi tagliare il petto a bastoncini e poi procedere come nella ricetta. Il tempo di cottura sarà di 12 minuti.
        • Più lasciate la carne nella marinatura meglio è. Io lo metto a marinare la sera prima, lo conservo in frigo coperto con pellicola.
      • Se siete veramente di corsa saltate la marinatura potete impanare direttamente le fettine con le patatine sbriciolate. Verrà ugualmente buono!